Riciclaggio

I rifiuti sono riciclabili, la vita umana no.

Lavorare responsabilmente con i rifiuti

La soluzione è lavorare con aria pulita

I luoghi in cui avviene il riciclaggio sono posti perfetti per la riproduzione di funghi, batteri virus. Soprattutto durante il trasporto, il trasbordo e l’imballaggio dei rifiuti, enormi quantitativi finiscono nell’aria, aumentandone rapidamente le concentrazioni nell’aria inquinata. Simili momenti critici rappresentano circostanze di enorme pericolo per macchinisti e autisti che lavorano i rifiuti. L’esposizione a piccoli quantitativi può comportare gravi problemi di salute, assenze per malattia e persino inabilità al lavoro.

Macchinisti e autisti meritano un luogo di lavoro ben protetto. Un luogo in cui non risultino esposti all’inquinamento. Il minimo che possano aspettarsi dal loro datore di lavoro. Per questo BMAir sviluppa sistemi filtro in sovrapressione per aria più pulita.

Sostante nocive nel riciclaggio

Ogni settore ha proprie sostanze nocive. Per questo, per ogni settore BMAir offre sistemi e filtri speciali.

Amianto

La demolizione di edifici costruiti precedentemente al 1° luglio 1993 comporta un forte rischio di esposizione all’amianto. Le applicazioni più diffuse dell’amianto erano amianto-cemento (lastre ondulate, materiale da costruzione, condotte idriche), isolamento in amianto (forni, caldaie, condotte) e imballaggi contenenti amianto (industria). A causa della resistenza delle fibre di amianto inspirate nei polmoni, dopo 10 fino a 60 anni dall’inspirazione delle fibre di amianto possono presentarsi ancora gravissime malattie polmonari, quali tumore ai polmoni e mesotelioma (fonte: scheda informativa AI-3 Asbest).

Agenti biologici

La definizione agenti biologici comprende particelle sospese nell’aria che contengono batteri, virus, funghi e lieviti, i cosiddetti microrganismi. I dipendenti vengono esposti agli agenti biologici perlopiù attraverso la pelle e la respirazione di polveri. Gli agenti biologici non devono dunque raggiungere la zona di respirazione. Se la polvere raggiunge la pelle, può provocare infezioni cutanee e lesioni eczemiche.

Sostanze pericolose

In diverse attività del settore rifiuti vengono usate o possono essere rilasciate durante il processo sostanze pericolose. Un esempio sono i residui dalla depolverazione dei gas esausti di termovalorizzatori, rilascio di gas da discariche, biogas da digestione anaerobica, idrogeno solforato nella gestione delle reti fognarie e agenti chimici per la depurazione delle acque. In base alla natura della sostanza, i pericoli sono ustioni, intossicazione, infezioni cutanee, svenimento, ecc.

I nostri sistemi e filtri

Scoprite le nostre soluzioni e la vostra fonte di ariapiù pura.

Sistemi

Apparecchiature per ogni macchina e operatore

Trova il tuo sistema

Filtri

Filtri avanzati per ogni tipo di inquinamento

Trova i tuoi filtri

In tutto il mondo

Ovunque nel mondo, i macchinisti delle macchine da cantiere respirano aria più pulita grazie ai nostri sistemi, persino negli ambienti di lavoro più inquinati.

Scegliere BMAir

Protezione ottimale

Poniamo elevati requisiti di qualità e sicurezza ai nostri fornitori, dipendenti e distributori; solo così i nostri prodotti mantengono la loro eccellente reputazione.

Assistenza totale

Voi acquistate un sistema BMAir, noi ci occupiamo di installazione, sostituzione dei filtri e manutenzione. Potete anche usufruire delle nostre certificazioni o soluzioni su misura.

Sostenibilità al quadrato

L’imprenditoria sostenibile è questione di saper trovare un equilibrio tra persona, pianeta e profitto. Con 25 anni di innovazione, BMAir si prende cura del vostro capitale più importante, il vostro personale.

Tecnologia brevettata

L’impiego di tecnologie superiori è fissato in diversi brevetti. In qualità di leader del mercato, desideriamo offrirvi non solo le soluzioni più sicure, ma anche le migliori.